Rimedi

Come contrastare la stanchezza in menopausa

Pubblicato il 14/12/2019

Se ti senti stanca, fai più fatica a concentrarti e hai meno energie del solito, sappi che si tratta di una situazione molto frequente per le donne in menopausa.

La stanchezza, in questa fase della vita, è spesso dovuta alla mancanza di un buon sonno ristoratore.

Se hai sofferto di insonnia sai quanto questa possa influenzare il tuo benessere fisico e mentale e, soprattutto, quanto la mancanza di riposo notturno possa interferire con le normali attività quotidiane.

La stanchezza in menopausa è anche dovuta a stress, sbalzi d’umore e a un insieme di situazioni che favoriscono stati di profonda spossatezza, tra cui il fatto che stai attraversando una fase di cambiamento.

Sì, stai cambiando. Ma i figli, il tuo compagno e i tuoi colleghi di lavoro sembrano non accorgersene e ti sovraccaricano fisicamente e mentalmente!

Scopri con noi come vincere la stanchezza in menopausa, iniziando a dormire sonni sereni.

Perché la stanchezza in menopausa è così frequente?

Durante la pre-menopausa e dopo la menopausa, il tuo corpo deve trovare un nuovo equilibrio per adattarsi al cambiamento della sua chimica interna; livelli più bassi degli ormoni estrogenici, progestinici, tiroidei e surrenali interferiscono, infatti, con il sonno e il suo ritmo regolare.

Il sonno, inoltre, è spesso interrotto dai disturbi tipici della menopausa, come la sudorazione notturna e, come se non bastasse, di giorno, gli sbalzi di umore aumentano lo stress e l’ansia, con conseguenze sul rilassamento e sul riposo notturno.

Tutto ciò può favorire l’instaurarsi di un circolo vizioso in cui la mancanza di sonno alimenta linsonnia di notte e la stanchezza di giorno.

Molte donne non si rendono conto del fatto che questa continua e persistente spossatezza sia dovuta proprio al periodo di transizione che stanno vivendo e si sentono frustrate perché non capiscono cosa sta succedendo loro e, soprattutto, come combattere la stanchezza in menopausa.

La buona notizia è che questi sintomi sono temporanei e che se ne può uscire più forti e più sane, sia nel corpo che nella mente. Come?

Di seguito, trovi 6 modi per alleviare la spossatezza e trasformare la menopausa in un periodo di rigenerazione. Inoltre, ti consigliamo alcuni rimedi naturali per contrastare la stanchezza.

6 modi per combattere la stanchezza e ritrovare la vitalità in menopausa

Una donna in menopausa sorride per aver sconfitto l'astenia

Per vincere la stanchezza è importante interrompere il suo circolo vizioso con linsonnia e frenare il famoso serpente che si mangia la coda!

Ecco, quindi, 6 consigli per migliorare le proprie abitudini di vita e alimentari, ritornare in forza di giorno e riposare serenamente la notte.

1. Mantieni un sonno regolare

Adottare ritmi costanti è essenziale per favorire un buon sonno ristoratore. Bisogna imporsi delle regole per favorire un miglior riposo notturno.

È importante andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora: in 6 settimane il tuo corpo avrà raggiunto il suo ritmo.

2. Elimina gli eccitanti

Quando ci sono problemi di sonno associati a stanchezza è utile eliminare gli eccitanti.

Caffeina, Alcool e nicotina possono avere un impatto significativo sul riposo notturno. Evitali e scegli piuttosto camomilla o tisane alle erbe rilassanti.

Bere tisane rilassanti durante la giornata può favorire il relax serale necessario per cadere in un sonno profondo e ristoratore.

3. Non andare a dormire a cavallo dei pasti e con la pancia piena la sera

Se hai problemi di insonnia, è importante evitare il riposino dopo pranzo.

Inoltre, la sera ricordati di lasciare al tuo corpo il tempo necessario per digerire e mangia almeno 4 ore prima di coricarti.

Lo stomaco, inoltre, non deve essere né troppo pieno né troppo vuoto: nel primo caso rischi di non riuscire ad addormentarti serena, nel secondo invece di svegliarti in piena notte dalla fame.

Come in tutte le cose devi scegliere il giusto compromesso, in base al tuo fisico.

4. Pratica attività fisica in modo regolare

Anche se la stanchezza potrebbe diminuire la voglia di praticare attività fisica, non devi rinunciare.

Un regolare esercizio fisico aiuta a far star bene, non solo il tuo corpo, ma anche la tua mente.

In particolare, ricorda che se ti muovi nelle prime ore del giorno, l’esercizio fisico non disturberà il tuo sonno.

Evita l’attività fisica dopo le 20 perché potrebbe eccitare e disturbare il sonno.

5. Adotta una routine rilassante

Fare un bagno caldo prima di andare a dormire ti aiuterà a rilassare la mente poiché il sangue tenderà a circolare più verso la pelle che verso la testa.

Anche spargere qualche goccia di olio di lavanda o gelsomino sul cuscino può aiutarti a mantenere un sonno profondo e ristoratore.

Infine, evita di guardare la televisione e di controllare il cellulare o il computer prima di coricarti.

6. Parola d’ordine: relax

Fai ciò che ti fa sentire bene e ti rilassa: lunghe camminate nella natura, meditazione, yoga, scrittura.

L’obiettivo è smettere di pensare alle cose da fare durante il giorno e ridurre lo stress.

Rimedi di supporto per combattere la stanchezza in menopausa

Alcuni estratti erbali, vitamine, minerali e altri nutrienti possono essere di supporto alle donne in menopausa per vincere la stanchezza di giorno e favorire il riposo notturno.

Tonici e adattogeni: adattarsi allo stress ritrovando il proprio tono

Abbiamo già visto che lo stress derivante dai cambiamenti che la donna affronta in menopausa e pre-menopausa è uno dei fattori che più incide sulla qualità della vita di giorno e di notte.

In questo ci possono venire in aiuto gli adattogeni: piante che favoriscono ladattamento allo stress sia fisico che mentale, tra cui gli estratti di rodiola, maca, ginseng ed eleuterococco.

In particolare, la rodiola favorisce anche il normale tono dell’umore e, presa verso sera, prepara a rilassarsi per la notte. Ginseng, eleuterococco e maca, se assunte al mattino, aiutano ad affrontare la giornata con energia.

Rilassanti: un sonno ristoratore ricarica di energia per tutta la giornata

Dormire bene è essenziale per ricaricare le pile e affrontare la giornata con l’energia e la vitalità mentali necessarie.

L’estratto di valeriana favorisce il rilassamento, in caso di sonno alterato o problemi legati allo stress.

Quello di melissa è noto come coadiuvante per sostenere il rilassamento e il benessere mentale, ma anche la funzione digestiva e la regolare motilità intestinale.

La sera, dopo cena, una bella tisana di melissa e camomilla è una coccola che rilassa fisico, mente… e anche la digestione!

Infine, un nutriente utile in caso di sonno disturbato e irregolare è la melatonina che, se assunta poco prima di coricarsi, contribuisce a ridurre il tempo richiesto per prendere sonno.

In particolare, si consiglia di assumere la melatonina sempre alla stessa ora per riequilibrare il normale ritmo sonno-veglia.

Vitamine, minerali ed energia

Quando alcune vitamine e minerali sono carenti, o in situazioni in cui il loro fabbisogno aumenta, come in caso di stress, la loro integrazione può essere consigliata per ritrovare la normale energia.

Si suppone una correlazione tra stress e carenza di magnesio, Vitamine B (la B5 in particolare), e C.

In particolare, le vitamine del gruppo B contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento e alla normale funzione psicologica, come la vitamina C e il magnesio, e al regolare metabolismo energetico, come i minerali rame, calcio e iodio.

Se l’alimentazione non è sufficiente a coprire il fabbisogno di tali nutrienti, il Medico o il Farmacista possono consigliare formulazioni adatte alle donne in menopausa.

La risposta di Ymea alla stanchezza cronica

Quando la fatica non ti abbandona, Ymea ti sostiene offrendo soluzioni nutrizionali avanzate a base di estratti di origine vegetale, vitamine e minerali che possono darti sollievo dai principali sintomi della menopausa.

PRODOTTO CORRELATO

Ricarica le tue energie
Scopri di più