Sintomi

Secchezza vaginale in menopausa: solo una questione di ormoni?

Pubblicato il 13/12/2019

Soffri di secchezza vaginale, da quando sono iniziati i primi scombussolamenti ormonali tipici della menopausa?

Tale problema sta rendendo difficile la tua vita sessuale?

Ti senti emotivamente giù per le conseguenze sulla tua salute e, soprattutto, sullintimità di coppia?

Innanzitutto, devi ritrovare la calma e la serenità: la secchezza intima è un problema comune durante la menopausa. Ne soffre circa la metà delle donne.

La secchezza vaginale è un disturbo fisico che si ripercuote negativamente sulla sfera sessuale, tanto da favorire il calo del desiderio e anche una certa paura del rapporto sessuale che, per molte donne, risulta più doloroso.

Tale problema, però, si può affrontare con l’aiuto del Medico e, soprattutto, rendendo partecipe il tuo partner. Anche perché unintimità soddisfacente e serena si raggiunge in due.

Ma cosa determina la secchezza intima? Scopriamolo insieme per capire come limitare e prevenire uno dei fastidi più diffusi e spiacevoli per le donne in menopausa.

L’incidenza della secchezza vaginale in menopausa

Se soffri di secchezza intima appartieni al 50% delle donne che lamentano tale problema in menopausa.

Nell’arco della vita, alcune donne possono avere problemi di lubrificazione vaginale, ad esempio legati a stress o ad alterazioni del microbioma vaginale.

L’incidenza della secchezza vaginale, però, aumenta notevolmente passando dalla pre-menopausa al post-menopausa e sembra peggiorare con l’avanzare delletà.

Sapere questo può allarmarti, soprattutto perché si tratta di un problema fisico che rende difficili i rapporti con il tuo partner, con conseguenze sia in termini di autostima che sulla vita di coppia.

Ma non preoccuparti e ricorda che per ogni problema cè sempre una soluzione. E questo vale anche quando si parla di lubrificazione vaginale.

Inoltre, il coinvolgimento del partner è un aspetto fondamentale per migliorare il tuo benessere fisico, mentale e, naturalmente, anche sessuale.

Ma cosa causa la secchezza vaginale in menopausa?

Secchezza intima in menopausa: le cause scatenanti

Quando parliamo di cause, al primo posto ci sono le alterazioni ormonali che il tuo corpo sta affrontando, in primis la progressiva diminuzione degli estrogeni.

In linea generale, con l’età si ha una lenta diminuzione delle secrezioni dellepitelio vaginale, che nel post-menopausa tendono a ridursi sempre più.

Gli estrogeni, infatti, stimolano la produzione di muco da parte dell’epitelio vaginale, modulandone la lubrificazione.

In particolar modo la diminuzione dei livelli di estradiolo determina una riduzione delle secrezioni vaginali associata, a sua volta, a un minore flusso sanguigno a livello degli epiteli, assottigliamento della mucosa, alterazioni del microbioma e infiammazione.

Oltre alla fase avanzata della menopausa, la secchezza vaginale è associata anche ad altri fattori che concorrono a diminuire la lubrificazione, come l’ansia, la menopausa indotta chirurgicamente e anche l’attività sessuale.

Ma perché la secchezza vaginale è così fastidiosa?

Le implicazioni intime della secchezza vaginale in menopausa

Le donne con problemi di secchezza vaginale lamentano, principalmente, dolore durante il rapporto sessuale e in aggiunta problemi di irritazione, bruciore e prurito.

La mancanza di lubrificazione e le alterazioni morfologiche della struttura dell’epitelio vaginale favoriscono tali sintomi – oltre al dolore durante l’atto sessuale.

Inoltre, la concomitante alterazione del microbioma aumenta il rischio di infezioni e di cistite.

Il benessere dell’apparato produttivo può incidere anche sullequilibrio a livello personale: irritazioni, pruriti e bruciori vaginali sono molto fastidiosi e hanno la capacità di alterare l’umore, favorendo irritabilità e anche una certa stanchezza.

Il coinvolgimento del tuo partner è essenziale

Coppia over 50 felice del proprio rapporto sessuale

Chi ti ama, naturalmente, non desidera che tu soffra, e se non affrontate il problema insieme, nel tempo, rischiate di peggiorare l’intimità di coppia, con possibili implicazioni anche sulla vostra relazione.

Condividere il problema tra voi e con il Medico è, infatti, il primo passo per trovare una soluzione; la secchezza intima è un disturbo fisico che rischia di non risolversi da solo e il Medico può aiutarvi a scegliere il miglior sostegno, che si tratti di un lubrificante o di trattamenti più specifici.

Inoltre, la secchezza vaginale potrebbe essere il sintomo dell’inizio di vaginite atrofica, oggi nota come sindrome genito-urinaria della menopausa.

Si tratta di un problema sia fisiologico che anatomico cronico e progressivo, indotto dal calo di estrogeni e che può colpire le grandi e le piccole labbra, il clitoride, la vagina e anche le mucose del tratto urinario inferiore.

Gli studi evidenziano che prima si affronta il problema migliore sarà la qualità di vita, anche sessuale, con l’avanzare dell’età.

La secchezza vaginale è uno dei problemi più diffusi in menopausa, ma fortunatamente sono disponibili diverse soluzioni per allontanare irritazioni, bruciore, prurito e rapporti sessuali dolorosi.

La salute sessuale è importante per il tuo benessere e per la coppia; privartene significa rinunciare all’opportunità di vivere una seconda giovinezza, da tutti i punti vista.

Non sottovalutare mai e, tanto meno, non nascondere i tuoi problemi in menopausa, ma passa all’azione condividendoli con il tuo Medico e con il tuo partner. Ricorda che la soluzione esiste per te e tutte le donne con problemi di secchezza intima in menopausa!

PRODOTTO CORRELATO

Ricarica le tue energie
Scopri di più